Lo studio analizza l’effetto di diverse rappresentazioni del prodotto sulla confezione (in primo e secondo piano) in termini di risposta emotiva del consumatore e intenzione di acquisto. Il framework teorico di riferimento è la Construal Level Theory (CLT). Le risposte emotive di un campione di 20 soggetti sono state rilevate attraverso un esperimento di affective computing. L’intenzione di acquisto è stata misurata mediante questionario strutturato. I risultati rivelano che la raffigurazione del prodotto in primo piano innesca reazioni emotive più positive rispetto alla raffigurazione in secondo piano, denotando una percezione di minore distanza psicologica tra l’osservatore e il prodotto. Per converso, l’intenzione di acquisto dichiarata non differisce significativamente tra le due modalità di raffigurazione. Lo studio evidenzia come la CLT sia un valido framework teorico per analizzare e interpretare i processi di valutazione e di scelta dei consumatori. Inoltre, offre spunti di riflessione utili per le imprese e i product manager che intendono rafforzare il ruolo del packaging come strumento di comunicazione di marketing.

Il packaging come strumento di comunicazione: l’impatto della rappresentazione spaziale del prodotto sul coinvolgimento del consumatore / Vergura, Donata Tania; Luceri, Beatrice; Zerbini, Cristina; Latusi, Sabrina. - (2017). ((Intervento presentato al convegno Tendenze nuove negli studi economico-aziendali. L'evoluzione dei rapporti azienda-società tenutosi a Roma nel 14-15 Settembre 2017.

Il packaging come strumento di comunicazione: l’impatto della rappresentazione spaziale del prodotto sul coinvolgimento del consumatore

Vergura Donata Tania;Luceri Beatrice;Zerbini Cristina;Latusi Sabrina
2017

Abstract

Lo studio analizza l’effetto di diverse rappresentazioni del prodotto sulla confezione (in primo e secondo piano) in termini di risposta emotiva del consumatore e intenzione di acquisto. Il framework teorico di riferimento è la Construal Level Theory (CLT). Le risposte emotive di un campione di 20 soggetti sono state rilevate attraverso un esperimento di affective computing. L’intenzione di acquisto è stata misurata mediante questionario strutturato. I risultati rivelano che la raffigurazione del prodotto in primo piano innesca reazioni emotive più positive rispetto alla raffigurazione in secondo piano, denotando una percezione di minore distanza psicologica tra l’osservatore e il prodotto. Per converso, l’intenzione di acquisto dichiarata non differisce significativamente tra le due modalità di raffigurazione. Lo studio evidenzia come la CLT sia un valido framework teorico per analizzare e interpretare i processi di valutazione e di scelta dei consumatori. Inoltre, offre spunti di riflessione utili per le imprese e i product manager che intendono rafforzare il ruolo del packaging come strumento di comunicazione di marketing.
Il packaging come strumento di comunicazione: l’impatto della rappresentazione spaziale del prodotto sul coinvolgimento del consumatore / Vergura, Donata Tania; Luceri, Beatrice; Zerbini, Cristina; Latusi, Sabrina. - (2017). ((Intervento presentato al convegno Tendenze nuove negli studi economico-aziendali. L'evoluzione dei rapporti azienda-società tenutosi a Roma nel 14-15 Settembre 2017.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2840751
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact