Emilio Gabba e la sua biblioteca