La traduzione letteraria, ricorda Franco Buffoni, è l’incontro in un determinato periodo storico, tra due poetiche – del traduttore e del tradotto – che produce quel particolare esito estetico e lavoro letterario. Intendendo, sulla scia di Luciano Anceschi, la poetica come la riflessione che gli artisti e i poeti esercitano sul loro fare, indicandone i sistemo tecnici, le norme operative, le moralità, gli ideali, l’incontro tra Shakespeare e Maršak diventa un dialogo tra contemporanei, tra esseri finiti che trovano nella scrittura la chiave di accesso all’eternità.

Tra Tempo ed Eternità: William Shakespeare e Samuil Maršak(2018), pp. 252-254. ((Intervento presentato al convegno Rencontres de l’Archet tenutosi a Morgex nel 12-17 settembre 2016.

Tra Tempo ed Eternità: William Shakespeare e Samuil Maršak

De Florio , G.
2018

Abstract

La traduzione letteraria, ricorda Franco Buffoni, è l’incontro in un determinato periodo storico, tra due poetiche – del traduttore e del tradotto – che produce quel particolare esito estetico e lavoro letterario. Intendendo, sulla scia di Luciano Anceschi, la poetica come la riflessione che gli artisti e i poeti esercitano sul loro fare, indicandone i sistemo tecnici, le norme operative, le moralità, gli ideali, l’incontro tra Shakespeare e Maršak diventa un dialogo tra contemporanei, tra esseri finiti che trovano nella scrittura la chiave di accesso all’eternità.
9788832028003480
Tra Tempo ed Eternità: William Shakespeare e Samuil Maršak(2018), pp. 252-254. ((Intervento presentato al convegno Rencontres de l’Archet tenutosi a Morgex nel 12-17 settembre 2016.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2933012
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact