Il contributo approfondisce il tema della tradizione nella società globalizzata del patrimonio culturale costituito dai classici del pensiero politico antico evidenziando come l'eterogeneità di idee e delle concezioni politiche in esso presenti possa costituire una "palestra" di alterità e quindi un momento formativo imprescindibile per approcciarsi all'eterogeneità della società globale. Infatti il fenomeno chiamato globalizzazione ha creato uno spazio aperto a livello mondiale nel quale milioni di esseri umani che appartengono a etnie e tradizioni culturali diverse entrano in contatto tra loro spesso in tempo reale grazie a Internet e alle nuove tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione. Nel nuovo spazio globale e multiculturale che si è creato molte persone, soprattutto i giovani, si possono chiedere quale sia il senso di studiare i testi classici della storia del pensiero politico antico greco e romano. Innanzitutto pensiamo che sia importante studiare i testi classici del pensiero politico greco e romano perché le democrazie moderne sono debitrici nei confronti della cultura greca e romana per l’elaborazione di alcuni concetti fondamentali per la cultura politica occidentale quali ad esempio quello di democrazia, di libertà di parola, di equità, di bilanciamento e di separazione dei poteri, di limite del potere politico. Inoltre oggi in Occidente e in Europa assistiamo alla diffusione di idee estremiste, integraliste e xenofobe che rifiutano qualsiasi forma di alterità, per questo è importante studiare i testi classici del pensiero politico antico greco e romano perché in questi testi sono espresse e comparate molte e differenti idee politiche; in questo modo la lettura e lo studio dei classici del pensiero politico greco e romano può essere un esercizio di pluralismo culturale.

Il pensiero politico antico alla prova della società multiculturale: alcune riflessioni sulla trasmissione della cultura greca e romana nell’era globale / Pagnotta, Fausto. - In: CLASSICO CONTEMPORANEO. - ISSN 2421-4744. - 3:(2017), pp. 3.32-3.50. ((Intervento presentato al convegno Tradizione classica e cultura contemporanea. Idee per un confronto tenutosi a Milano - Pavia (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - Università degli Studi di Milano - Università di Pavia) nel 9-10 giugno 2016.

Il pensiero politico antico alla prova della società multiculturale: alcune riflessioni sulla trasmissione della cultura greca e romana nell’era globale

Fausto Pagnotta
2017

Abstract

Il contributo approfondisce il tema della tradizione nella società globalizzata del patrimonio culturale costituito dai classici del pensiero politico antico evidenziando come l'eterogeneità di idee e delle concezioni politiche in esso presenti possa costituire una "palestra" di alterità e quindi un momento formativo imprescindibile per approcciarsi all'eterogeneità della società globale. Infatti il fenomeno chiamato globalizzazione ha creato uno spazio aperto a livello mondiale nel quale milioni di esseri umani che appartengono a etnie e tradizioni culturali diverse entrano in contatto tra loro spesso in tempo reale grazie a Internet e alle nuove tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione. Nel nuovo spazio globale e multiculturale che si è creato molte persone, soprattutto i giovani, si possono chiedere quale sia il senso di studiare i testi classici della storia del pensiero politico antico greco e romano. Innanzitutto pensiamo che sia importante studiare i testi classici del pensiero politico greco e romano perché le democrazie moderne sono debitrici nei confronti della cultura greca e romana per l’elaborazione di alcuni concetti fondamentali per la cultura politica occidentale quali ad esempio quello di democrazia, di libertà di parola, di equità, di bilanciamento e di separazione dei poteri, di limite del potere politico. Inoltre oggi in Occidente e in Europa assistiamo alla diffusione di idee estremiste, integraliste e xenofobe che rifiutano qualsiasi forma di alterità, per questo è importante studiare i testi classici del pensiero politico antico greco e romano perché in questi testi sono espresse e comparate molte e differenti idee politiche; in questo modo la lettura e lo studio dei classici del pensiero politico greco e romano può essere un esercizio di pluralismo culturale.
Il pensiero politico antico alla prova della società multiculturale: alcune riflessioni sulla trasmissione della cultura greca e romana nell’era globale / Pagnotta, Fausto. - In: CLASSICO CONTEMPORANEO. - ISSN 2421-4744. - 3:(2017), pp. 3.32-3.50. ((Intervento presentato al convegno Tradizione classica e cultura contemporanea. Idee per un confronto tenutosi a Milano - Pavia (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - Università degli Studi di Milano - Università di Pavia) nel 9-10 giugno 2016.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2927651
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact