La rettifica del piano urbanistico generale tra mera regolarità dell’atto e tutela del legittimo affidamento