Sostanze alimentari trigger nelle cefalee, nel dolore craniofacciale e nei disordini temporomandibolari