The essay, after an analysis of the constitutional bases of the right to social assistance, examines the development of the legislation on social work, in the dynamics of the regional State. The author examines, in particular, the law n. 328/2000 which established the integrated system of social work within an institutional and social collaboration network, based on the principle of vertical and horizontal subsidiarity. This law, while retaining its validity and relevance within the framework of the reform of Title V Cost. of the 2001, has not yet been implemented after more than twenty years from its entry into force. Up to now, there has been no organic definition of the essential levels of benefits relating to civil and social rights (LEP), which constitute the fulcrum of the Italian multilevel welfare system. Today, the novelty that places the discipline of social work at the heart of the legal debate is represented by the approval, in August 2021, of the National Plan of interventions and social work 2021-2023. The programmatic document lists a first group of LEP in the social field, with the purpose of to defining, at least in part, the benefits that constitute the minimum essential content of the right to social assistance. The author hopes that this goal, although partial, will finally lead to the full implementation of the legislation on social work, as a fundamental step to start the recovery of the economic and social system following the profound financial crisis that has affected the Country in recent years, now exacerbated by the Covid-19 health emergency.

Il saggio, dopo un’analisi dei presupposti costituzionali del diritto all’assistenza sociale, ripercorre lo sviluppo della normativa sui servizi sociali, nelle dinamiche dello Stato autonomistico. L’A. si sofferma, in particolare, sulla l. 328/2000 che ha istituito il sistema integrato dei servizi sociali nell’ambito di una rete di collaborazione istituzionale e sociale, sulla base del principio di sussidiarietà verticale e orizzontale. Tale provvedimento, pur conservando la sua validità e attualità nel riparto di competenze delineato dalla riforma del Titolo V Cost. del 2001, è rimasto privo di attuazione a più di vent’anni dalla sua entrata in vigore. Per tutto questo tempo è mancata una definizione organica dei LEP, che costituiscono il fulcro del welfare multilivello italiano. La novità che riporta all’attenzione del dibattito giuridico la disciplina dei servizi sociali è rappresentata dalla approvazione, ad agosto 2021, del Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2021-2023. Il documento programmatico elenca un primo gruppo di LEP in ambito sociale destinato a definire, almeno in parte, le prestazioni che costituiscono il contenuto minimo essenziale del diritto all’assistenza sociale. L’A. auspica che tale traguardo, sebbene parziale, possa condurre finalmente alla piena attuazione della legislazione sui servizi sociali, quale snodo fondamentale per avviare un percorso di ripresa del sistema economico e sociale a seguito della profonda crisi finanziaria che ha investito negli ultimi anni il Paese, ora aggravata dalla emergenza sanitaria da Covid-19.

La legge n. 328/2000 e i livelli essenziali di assistenza sociale: dall’avvento del sistema integrato dei servizi sociali alla sua difficile attuazione / Torretta, P.. - In: FEDERALISMI.IT. - ISSN 1826-3534. - 23(2021), pp. 191-230.

La legge n. 328/2000 e i livelli essenziali di assistenza sociale: dall’avvento del sistema integrato dei servizi sociali alla sua difficile attuazione

P. TORRETTA
2021

Abstract

Il saggio, dopo un’analisi dei presupposti costituzionali del diritto all’assistenza sociale, ripercorre lo sviluppo della normativa sui servizi sociali, nelle dinamiche dello Stato autonomistico. L’A. si sofferma, in particolare, sulla l. 328/2000 che ha istituito il sistema integrato dei servizi sociali nell’ambito di una rete di collaborazione istituzionale e sociale, sulla base del principio di sussidiarietà verticale e orizzontale. Tale provvedimento, pur conservando la sua validità e attualità nel riparto di competenze delineato dalla riforma del Titolo V Cost. del 2001, è rimasto privo di attuazione a più di vent’anni dalla sua entrata in vigore. Per tutto questo tempo è mancata una definizione organica dei LEP, che costituiscono il fulcro del welfare multilivello italiano. La novità che riporta all’attenzione del dibattito giuridico la disciplina dei servizi sociali è rappresentata dalla approvazione, ad agosto 2021, del Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2021-2023. Il documento programmatico elenca un primo gruppo di LEP in ambito sociale destinato a definire, almeno in parte, le prestazioni che costituiscono il contenuto minimo essenziale del diritto all’assistenza sociale. L’A. auspica che tale traguardo, sebbene parziale, possa condurre finalmente alla piena attuazione della legislazione sui servizi sociali, quale snodo fondamentale per avviare un percorso di ripresa del sistema economico e sociale a seguito della profonda crisi finanziaria che ha investito negli ultimi anni il Paese, ora aggravata dalla emergenza sanitaria da Covid-19.
The essay, after an analysis of the constitutional bases of the right to social assistance, examines the development of the legislation on social work, in the dynamics of the regional State. The author examines, in particular, the law n. 328/2000 which established the integrated system of social work within an institutional and social collaboration network, based on the principle of vertical and horizontal subsidiarity. This law, while retaining its validity and relevance within the framework of the reform of Title V Cost. of the 2001, has not yet been implemented after more than twenty years from its entry into force. Up to now, there has been no organic definition of the essential levels of benefits relating to civil and social rights (LEP), which constitute the fulcrum of the Italian multilevel welfare system. Today, the novelty that places the discipline of social work at the heart of the legal debate is represented by the approval, in August 2021, of the National Plan of interventions and social work 2021-2023. The programmatic document lists a first group of LEP in the social field, with the purpose of to defining, at least in part, the benefits that constitute the minimum essential content of the right to social assistance. The author hopes that this goal, although partial, will finally lead to the full implementation of the legislation on social work, as a fundamental step to start the recovery of the economic and social system following the profound financial crisis that has affected the Country in recent years, now exacerbated by the Covid-19 health emergency.
La legge n. 328/2000 e i livelli essenziali di assistenza sociale: dall’avvento del sistema integrato dei servizi sociali alla sua difficile attuazione / Torretta, P.. - In: FEDERALISMI.IT. - ISSN 1826-3534. - 23(2021), pp. 191-230.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2907988
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact