Filosofia come medicina mentis? Su presupposti e limiti di un concetto controverso di filosofia