«In cielo, a destra della cupola». Moravia fra gli specchi di Roma