Forme ibride web/volume e i paradigmi della modernità. Il caso Pecoraro