La rilevanza dell’errore nella divisione transattiva