Le propensioni utopiche di una generazione precaria. L’ascolto attento delle aspirazioni emergenti