In un numero della rivista dedicato alla letteratura di viaggio e alle sue possibili attualizzazioni contemporanee, il caso della letteratura (e della storia) portoghese sembra particolarmente interessante, se non addirittura emblematico di come il passato e il presente possano essere protagonisti di un processo di negoziazione e riposizionamento, nella definizione dell’identità nazionale, e di come le categorie spaziali del qui e dell’altrove, necessariamente evocate nel discorso identitario in esame, siano storicamente definite attraverso le diverse esperienze e le mutate prospettive del viaggio. Nel caso specifico, oggetto dell’articolo è il dramma dei retornados, ossia, la triste vicenda della gente che, in seguito alla decolonizzazione, abbandonò l’Africa e tutto quello che aveva per trovare, in patria, un’ostilità generalizzata. Il loro è un viaggio a ritroso, che rovescia le condizioni e la prospettiva dei viaggi compiuti dai naviganti lusitani nei secoli precedenti. È il viaggio di un popolo che non guarda più al mare come a uno spazio di espansione e gloria, ma dal mare è costretto a guardare verso un Portogallo che deve ormai limitarsi alle ristrette dimensioni di paese alla periferia dell’Europa, e che in questo contesto continentale deve cercare un nuovo spazio, una nuova identità, lasciandosi alle spalle i suoi punti di riferimento storici, il suo immaginario di sogno, una Terra Promessa perduta. Il presente articolo osserva il trattamento letterario di questi temi in due romanzi di António Lobo Antunes: As naus (1988) e O esplendor de Portugal (1997).

Viaggi a ritroso: l’amara esperienza dei retornados portoghesi in due romanzi di António Lobo Antunes / Martines, Enrico. - In: LA TORRE DI BABELE. - ISSN 1724-3114. - 13:(2017), pp. 65-81.

Viaggi a ritroso: l’amara esperienza dei retornados portoghesi in due romanzi di António Lobo Antunes

Enrico Martines
2017-01-01

Abstract

In un numero della rivista dedicato alla letteratura di viaggio e alle sue possibili attualizzazioni contemporanee, il caso della letteratura (e della storia) portoghese sembra particolarmente interessante, se non addirittura emblematico di come il passato e il presente possano essere protagonisti di un processo di negoziazione e riposizionamento, nella definizione dell’identità nazionale, e di come le categorie spaziali del qui e dell’altrove, necessariamente evocate nel discorso identitario in esame, siano storicamente definite attraverso le diverse esperienze e le mutate prospettive del viaggio. Nel caso specifico, oggetto dell’articolo è il dramma dei retornados, ossia, la triste vicenda della gente che, in seguito alla decolonizzazione, abbandonò l’Africa e tutto quello che aveva per trovare, in patria, un’ostilità generalizzata. Il loro è un viaggio a ritroso, che rovescia le condizioni e la prospettiva dei viaggi compiuti dai naviganti lusitani nei secoli precedenti. È il viaggio di un popolo che non guarda più al mare come a uno spazio di espansione e gloria, ma dal mare è costretto a guardare verso un Portogallo che deve ormai limitarsi alle ristrette dimensioni di paese alla periferia dell’Europa, e che in questo contesto continentale deve cercare un nuovo spazio, una nuova identità, lasciandosi alle spalle i suoi punti di riferimento storici, il suo immaginario di sogno, una Terra Promessa perduta. Il presente articolo osserva il trattamento letterario di questi temi in due romanzi di António Lobo Antunes: As naus (1988) e O esplendor de Portugal (1997).
Viaggi a ritroso: l’amara esperienza dei retornados portoghesi in due romanzi di António Lobo Antunes / Martines, Enrico. - In: LA TORRE DI BABELE. - ISSN 1724-3114. - 13:(2017), pp. 65-81.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2847258
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact