Relativismo e incompletezza: ovvero, che cosa c’`e di (assolutamente) vero nel relativismo