Dal marketing della fame ai prodotti della memoria: il ruolo di Carosello