Correggio, Anselmi e Rondani: firme d’artista nella Scuola di Parma