Essere o non essere. Le infinite particolarità di Bassani