Il contributo getta luce su una fase storico-artistica ancora poco indagata nel panorama degli studi della Lombardia orientale, in particolare nell'ambito delle cosiddette architetture e sculture tardobarocche. L'obiettivo è fare un quadro il più aggiornato possibile sugli architetti e gli scultori che operano in contesto religioso nella seconda metà del Settecento tra le basse province di Cremona e Mantovano: emergono con forza i nomi del viadanese Pietro Antonio Maggi che si è avvalso con ottimi esiti di plastificatori in gesso delle valli comasche in quel momento protagonisti ai vertici nel quadro lombardo e non solo: Davide Terzani e, soprattutto, Stefano Salterio.

Centro/periferia/provincia nel Settecento lombardo: Pietro Antonio Maggie e un ‘quasi’ inedito di Stefano Salterio / Milanesi, Giorgio. - In: VITELLIANA - VIADANA E IL TERRITORIO MANTOVANO FRA OGLIO E PO. - ISSN 1970-7975. - 7:(2012), pp. 75-116.

Centro/periferia/provincia nel Settecento lombardo: Pietro Antonio Maggie e un ‘quasi’ inedito di Stefano Salterio

MILANESI, Giorgio
2012-01-01

Abstract

Il contributo getta luce su una fase storico-artistica ancora poco indagata nel panorama degli studi della Lombardia orientale, in particolare nell'ambito delle cosiddette architetture e sculture tardobarocche. L'obiettivo è fare un quadro il più aggiornato possibile sugli architetti e gli scultori che operano in contesto religioso nella seconda metà del Settecento tra le basse province di Cremona e Mantovano: emergono con forza i nomi del viadanese Pietro Antonio Maggi che si è avvalso con ottimi esiti di plastificatori in gesso delle valli comasche in quel momento protagonisti ai vertici nel quadro lombardo e non solo: Davide Terzani e, soprattutto, Stefano Salterio.
Centro/periferia/provincia nel Settecento lombardo: Pietro Antonio Maggie e un ‘quasi’ inedito di Stefano Salterio / Milanesi, Giorgio. - In: VITELLIANA - VIADANA E IL TERRITORIO MANTOVANO FRA OGLIO E PO. - ISSN 1970-7975. - 7:(2012), pp. 75-116.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2825400
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact