L'Autore esamina gli articoli del codice deontologico medico del 1989 riguardanti l'assitenza ai morenti e sottolinea come da questi si evinca un netto rifiuto verso qualsiasi forma di eutanasia attiva, mentre risulti deontologicamente corretto il non accanirsi terapeuticamente e il rispettare la volontà del malato che, giunto alla fase terminale ed irreversibile della vita, richieda la cessazione delle cure e il mantenimento della sola terapia di sostegno e della terapiua antidolorifica.

L’eutanasia nel nuovo codice di deontologia medica / R. CECCHI. - In: ZACCHIA. - ISSN 0044-1570. - 64:(1991), pp. 21-38.

L’eutanasia nel nuovo codice di deontologia medica.

CECCHI, Rossana
1991

Abstract

L'Autore esamina gli articoli del codice deontologico medico del 1989 riguardanti l'assitenza ai morenti e sottolinea come da questi si evinca un netto rifiuto verso qualsiasi forma di eutanasia attiva, mentre risulti deontologicamente corretto il non accanirsi terapeuticamente e il rispettare la volontà del malato che, giunto alla fase terminale ed irreversibile della vita, richieda la cessazione delle cure e il mantenimento della sola terapia di sostegno e della terapiua antidolorifica.
L’eutanasia nel nuovo codice di deontologia medica / R. CECCHI. - In: ZACCHIA. - ISSN 0044-1570. - 64:(1991), pp. 21-38.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2824088
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact