Attraverso l'analisi dell'evoluzione legislativa e deontologica si dimostra come il concetto di morte debba essere unico, ovvero quello di morte cerebrale, mentre le varie aggettivazioni utilizzate -cardiaca, neurologica, biologica, etc.-rappresentano i criteri attraverso i quali accertare lo stato, appunto, di morte cerebrale.

Unicità del concetto di morte: orientamenti etici, deontologici e legislativi / R. CECCHI. - In: LA GIUSTIZIA PENALE. - ISSN 1971-4998. - 96(1991), pp. 274-286.

Unicità del concetto di morte: orientamenti etici, deontologici e legislativi.

CECCHI, Rossana
1991

Abstract

Attraverso l'analisi dell'evoluzione legislativa e deontologica si dimostra come il concetto di morte debba essere unico, ovvero quello di morte cerebrale, mentre le varie aggettivazioni utilizzate -cardiaca, neurologica, biologica, etc.-rappresentano i criteri attraverso i quali accertare lo stato, appunto, di morte cerebrale.
Unicità del concetto di morte: orientamenti etici, deontologici e legislativi / R. CECCHI. - In: LA GIUSTIZIA PENALE. - ISSN 1971-4998. - 96(1991), pp. 274-286.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2824070
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact