La Caccia di Diana e la critica delle fonti: una ricognizione