Scopo del Lavoro: Il Mesotelioma Pleurico Maligno (MPM) è un tumore raro correlato all’esposizione all’asbesto. MPM è associato a una prominente reazione infiammatoria. In questo studio abbiamo valutato se ci fosse una relazione tra sopravvivenza e presenza di linfociti infiltranti il tumore (TILs). Nei campioni di mesotelioma è stata anche analizzata l’espressione di BAP-1 (Proteina-1 associata a BRCA1), VEGFR-2 (recettore per il fattore di crescita endoteliale vascolare tipo-2) e IGF-1R (recettore per il fattore di crescita insulino-simile tipo-1). Materiali e Metodi: Sono stati considerati 42 casi di MPM. Tutti i campioni utilizzati sono stati ottenuti al momento della diagnosi. 24 erano di sesso maschile; l’età media era 69 anni. I fumatori erano 26; i pazienti con una esposizione certa all’asbesto erano 26. Tutti i vetrini istologici sono stati revisionati: c’erano 28 casi di sottotipo epitelioide, 8 casi di mesotelioma bifasico e 8 casi di sarcomatoide. La presenza di TILs è stata descritta come assente, debole, moderata e forte mediante una valutazione quantitativa in ematossilina-eosina. L’espressione di BAP-1, VEGFR-2, IGF-1R è stata analizzata mediante immunoistochimica. E’ stato inoltre esaminato l’impatto sulla sopravvivenza dell’esposizione all’asbesto, del consumo di tabacco e dell’sottotipo istologico. L’analisi di sopravvivenza è stata calcolata mediante la curva di Kaplan-Meyer. Risultati: I TILs erano presenti nell’89% dei casi (espressione debole 18%, moderata 36%, forte 34%) ed erano un fattore prognostico favorevole (p=0.05). La sopravvivenza mediana dei pazienti con TILs e dei pazienti non-TILs era 21 mesi e 4 mesi, rispettivamente (Fig.1). Il sottotipo epitelioide di MPM era caratterizzato da un’aumentata espressione di VEGFR-2, sia nelle cellule tumorali (p=0.04) che nei TILs (p=0.05) e da una maggiore perdita di BAP1 (75%, p=0.05) rispetto al sottotipo bifasico e sarcomatoide. L’IGF-1R era overespresso nel 57% dei tumori (14 epitelioidi e 11 sarcomatoidi) e nel 23% dei TILs (7 epitelioidi e 3 sarcomatoidi). L’espressione di VEGFR-2, BAP1 e IGF-1R non era significativamente correlata alla sopravvivenza. Il consumo di tabacco (p=0.93) e l’esposizione all’asbesto (p=0.62) non erano significativamente correlati alla sopravvivenza. L’istologia non ha alcun effetto sulla sopravvivenza (p=0.23) sebbene il sottotipo epitelioide di MPM abbia un andamento migliore rispetto al sottotipo bifasico e sarcomatoide, la cui sopravvivenza mediana è di 6 mesi. Conclusioni: La presenza di TILs influisce favorevolmente la sopravvivenza del MPM. Il sottotipo epitelioide è caratterizzato da una maggiore sopravvivenza, una maggiore perdita di BAP1 e un’aumentata espressione di VEGFR-2. I marcatori istologici potrebbero migliorare la valutazione prognostica del MPM e fornire indicazioni importanti per nuove strategie terapeutiche.

LINFOCITI INFILTRANTI IL TUMORE, BAP-1, VEGFR-2 E IGF-1R NEL MESOTELIOMA PLEURICO MALIGNO / Ampollini, Luca; Gnetti, Letizia; Goldoni, Matteo; Campanini, Nicoletta; Ventura, Luigi; Braggio, Cesare; Tiseo, Marcello; Carbognani, Paolo; Mutti, Antonio; Rusca, Michele; Maria Silini, Enrico. - ELETTRONICO. - (2016). ((Intervento presentato al convegno 35° Congresso Nazionale SICT - Società Italiana di Chirurgia Toracica tenutosi a Roma nel 6-8 ottobre 2016.

LINFOCITI INFILTRANTI IL TUMORE, BAP-1, VEGFR-2 E IGF-1R NEL MESOTELIOMA PLEURICO MALIGNO

AMPOLLINI, Luca;GOLDONI, Matteo;CAMPANINI, Nicoletta;VENTURA, LUIGI;Tiseo, Marcello;CARBOGNANI, Paolo;MUTTI, Antonio;RUSCA, Michele;
2016

Abstract

Scopo del Lavoro: Il Mesotelioma Pleurico Maligno (MPM) è un tumore raro correlato all’esposizione all’asbesto. MPM è associato a una prominente reazione infiammatoria. In questo studio abbiamo valutato se ci fosse una relazione tra sopravvivenza e presenza di linfociti infiltranti il tumore (TILs). Nei campioni di mesotelioma è stata anche analizzata l’espressione di BAP-1 (Proteina-1 associata a BRCA1), VEGFR-2 (recettore per il fattore di crescita endoteliale vascolare tipo-2) e IGF-1R (recettore per il fattore di crescita insulino-simile tipo-1). Materiali e Metodi: Sono stati considerati 42 casi di MPM. Tutti i campioni utilizzati sono stati ottenuti al momento della diagnosi. 24 erano di sesso maschile; l’età media era 69 anni. I fumatori erano 26; i pazienti con una esposizione certa all’asbesto erano 26. Tutti i vetrini istologici sono stati revisionati: c’erano 28 casi di sottotipo epitelioide, 8 casi di mesotelioma bifasico e 8 casi di sarcomatoide. La presenza di TILs è stata descritta come assente, debole, moderata e forte mediante una valutazione quantitativa in ematossilina-eosina. L’espressione di BAP-1, VEGFR-2, IGF-1R è stata analizzata mediante immunoistochimica. E’ stato inoltre esaminato l’impatto sulla sopravvivenza dell’esposizione all’asbesto, del consumo di tabacco e dell’sottotipo istologico. L’analisi di sopravvivenza è stata calcolata mediante la curva di Kaplan-Meyer. Risultati: I TILs erano presenti nell’89% dei casi (espressione debole 18%, moderata 36%, forte 34%) ed erano un fattore prognostico favorevole (p=0.05). La sopravvivenza mediana dei pazienti con TILs e dei pazienti non-TILs era 21 mesi e 4 mesi, rispettivamente (Fig.1). Il sottotipo epitelioide di MPM era caratterizzato da un’aumentata espressione di VEGFR-2, sia nelle cellule tumorali (p=0.04) che nei TILs (p=0.05) e da una maggiore perdita di BAP1 (75%, p=0.05) rispetto al sottotipo bifasico e sarcomatoide. L’IGF-1R era overespresso nel 57% dei tumori (14 epitelioidi e 11 sarcomatoidi) e nel 23% dei TILs (7 epitelioidi e 3 sarcomatoidi). L’espressione di VEGFR-2, BAP1 e IGF-1R non era significativamente correlata alla sopravvivenza. Il consumo di tabacco (p=0.93) e l’esposizione all’asbesto (p=0.62) non erano significativamente correlati alla sopravvivenza. L’istologia non ha alcun effetto sulla sopravvivenza (p=0.23) sebbene il sottotipo epitelioide di MPM abbia un andamento migliore rispetto al sottotipo bifasico e sarcomatoide, la cui sopravvivenza mediana è di 6 mesi. Conclusioni: La presenza di TILs influisce favorevolmente la sopravvivenza del MPM. Il sottotipo epitelioide è caratterizzato da una maggiore sopravvivenza, una maggiore perdita di BAP1 e un’aumentata espressione di VEGFR-2. I marcatori istologici potrebbero migliorare la valutazione prognostica del MPM e fornire indicazioni importanti per nuove strategie terapeutiche.
LINFOCITI INFILTRANTI IL TUMORE, BAP-1, VEGFR-2 E IGF-1R NEL MESOTELIOMA PLEURICO MALIGNO / Ampollini, Luca; Gnetti, Letizia; Goldoni, Matteo; Campanini, Nicoletta; Ventura, Luigi; Braggio, Cesare; Tiseo, Marcello; Carbognani, Paolo; Mutti, Antonio; Rusca, Michele; Maria Silini, Enrico. - ELETTRONICO. - (2016). ((Intervento presentato al convegno 35° Congresso Nazionale SICT - Società Italiana di Chirurgia Toracica tenutosi a Roma nel 6-8 ottobre 2016.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2814890
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact