SUMMARY Aim. “Pubalgia like” syndromes in the athletes should not be underestimated because they are often associated with a high morbidity, which leads to time away from training and competition. The aim of the study was to verify the accuracy of an initial generic diagnosis of athletic pubalgia in professional soccer players. Methods. In this study 44 athletes were selected and divided into 2 groups: group A was composed of 22 patients with anterior groin pain and generic diagnosis of athletic pubalgia and group B of 22 healthy patients. Each player underwent a clinical and instrumental evaluation with pelvis’ x-rays (antero-posterior and oblique “frog” views) and weigthbearing full-length hip-to-ankle radiographs of the lower limb. Furthermore, symptomatic patients performed a pelvis’ magnetic resonance imaging. Results. A percentage of 50% of the players were affected by a true athletic pubalgia, while the others by different pathologies. In particular, 18.2% of patients had a femoroacetabular impingement, 18.2% a leg length discrepancy, 4.5% an avulsion of the anterior inferior iliac spine, 4.5% a varicocele and the 4.5% a proximal incomplete rectus femoris tendon rupture. Moreover, results showed that midfielders players were more frequently affected by this type of pathology (81%). Conclusion. Results suggested that athletic pubalgia may be the real cause of anterior groin pain in a considerable number of cases, but is always necessary to consider other pathologies or morpho-structural anomalies which could be associated or be the cause of this symptomatology. RIASSUNTO Scopo. Le sindromi pubalgiche del calciatore non devono essere sottovalutate poiché spesso risultano essere associate a elevata morbidità con assenze prolungate dall’attività sportiva. L’obiettivo dello studio è stato quello di verificare la correttezza della diagnosi iniziale di pubalgia in calciatori professionisti o se il dolore derivasse da altre patologie o alterazioni morfo-strutturali. Metodi. In questo studio sono stati valutati 44 atleti, suddivisi in 2 gruppi: il primo di 22 pazienti con dolore pelvico anteriore e diagnosi generica di pubalgia e il secondo di 22 pazienti asintomatici. Per ogni giocatore è stata eseguita una valutazione clinica e strumentale con radiografie del bacino e teleradiografie degli arti inferiori e, inoltre, in quelli sintomatici una risonanza magnetica del bacino. Risultati. Il 50% dei pazienti era affetto da una reale pubalgia e il 50% da altre problematiche. In particolare il 18,2% dei casi presentava un impingement femoro-acetabolare, il 18,2% una dismetria degli arti inferiori, il 4,5% un’avulsione della spina iliaca antero-inferiore, il 4,5% un varicocele e il 4,5% una rottura tendinea incompleta del retto femorale all’inserzione prossimale. La statistica descrittiva ha inoltre dimostrato come l’81,1% dei casi con pubalgia interessasse i centrocampisti.Conclusioni. Dai risultati ottenuti si evince come la pubalgia possa essere la reale causa di dolore pelvico anteriore in un numero considerevole di casi, ma è comunque necessario considerare nella diagnosi differenziale altre patologie o alterazioni morfo-strutturali che possono essere la causa di tale sintomatologia.

Pubalgia and soccer: real problem or overestimated?/La pubalgia del calciatore: problema reale o sopravvalutato? / Pogliacomi, Francesco; Pedrini, Martina Francesca; Pourjafar, Salar; Pellegrini, Andrea; Paraskevopoulos, Alessandro; Costantino, Cosimo; Ceccarelli, Francesco. - In: MEDICINA DELLO SPORT. - ISSN 0025-7826. - 68:4(2015), pp. 651-662.

Pubalgia and soccer: real problem or overestimated?/La pubalgia del calciatore: problema reale o sopravvalutato?

POGLIACOMI, Francesco;PEDRINI, Martina Francesca;PELLEGRINI, Andrea;PARASKEVOPOULOS, Alessandro;COSTANTINO, Cosimo;CECCARELLI, Francesco
2015-01-01

Abstract

SUMMARY Aim. “Pubalgia like” syndromes in the athletes should not be underestimated because they are often associated with a high morbidity, which leads to time away from training and competition. The aim of the study was to verify the accuracy of an initial generic diagnosis of athletic pubalgia in professional soccer players. Methods. In this study 44 athletes were selected and divided into 2 groups: group A was composed of 22 patients with anterior groin pain and generic diagnosis of athletic pubalgia and group B of 22 healthy patients. Each player underwent a clinical and instrumental evaluation with pelvis’ x-rays (antero-posterior and oblique “frog” views) and weigthbearing full-length hip-to-ankle radiographs of the lower limb. Furthermore, symptomatic patients performed a pelvis’ magnetic resonance imaging. Results. A percentage of 50% of the players were affected by a true athletic pubalgia, while the others by different pathologies. In particular, 18.2% of patients had a femoroacetabular impingement, 18.2% a leg length discrepancy, 4.5% an avulsion of the anterior inferior iliac spine, 4.5% a varicocele and the 4.5% a proximal incomplete rectus femoris tendon rupture. Moreover, results showed that midfielders players were more frequently affected by this type of pathology (81%). Conclusion. Results suggested that athletic pubalgia may be the real cause of anterior groin pain in a considerable number of cases, but is always necessary to consider other pathologies or morpho-structural anomalies which could be associated or be the cause of this symptomatology. RIASSUNTO Scopo. Le sindromi pubalgiche del calciatore non devono essere sottovalutate poiché spesso risultano essere associate a elevata morbidità con assenze prolungate dall’attività sportiva. L’obiettivo dello studio è stato quello di verificare la correttezza della diagnosi iniziale di pubalgia in calciatori professionisti o se il dolore derivasse da altre patologie o alterazioni morfo-strutturali. Metodi. In questo studio sono stati valutati 44 atleti, suddivisi in 2 gruppi: il primo di 22 pazienti con dolore pelvico anteriore e diagnosi generica di pubalgia e il secondo di 22 pazienti asintomatici. Per ogni giocatore è stata eseguita una valutazione clinica e strumentale con radiografie del bacino e teleradiografie degli arti inferiori e, inoltre, in quelli sintomatici una risonanza magnetica del bacino. Risultati. Il 50% dei pazienti era affetto da una reale pubalgia e il 50% da altre problematiche. In particolare il 18,2% dei casi presentava un impingement femoro-acetabolare, il 18,2% una dismetria degli arti inferiori, il 4,5% un’avulsione della spina iliaca antero-inferiore, il 4,5% un varicocele e il 4,5% una rottura tendinea incompleta del retto femorale all’inserzione prossimale. La statistica descrittiva ha inoltre dimostrato come l’81,1% dei casi con pubalgia interessasse i centrocampisti.Conclusioni. Dai risultati ottenuti si evince come la pubalgia possa essere la reale causa di dolore pelvico anteriore in un numero considerevole di casi, ma è comunque necessario considerare nella diagnosi differenziale altre patologie o alterazioni morfo-strutturali che possono essere la causa di tale sintomatologia.
Pubalgia and soccer: real problem or overestimated?/La pubalgia del calciatore: problema reale o sopravvalutato? / Pogliacomi, Francesco; Pedrini, Martina Francesca; Pourjafar, Salar; Pellegrini, Andrea; Paraskevopoulos, Alessandro; Costantino, Cosimo; Ceccarelli, Francesco. - In: MEDICINA DELLO SPORT. - ISSN 0025-7826. - 68:4(2015), pp. 651-662.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2802970
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 9
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 2
social impact