INTRODUZIONE: La comunicazione riveste oggi un ruolo fondamentale nell’attività degli operatori sanitari, nella prevenzione, diagnosi, terapia e riabilitazione. Ancora scarsa è l’attenzione prestata nei corsi di studio alle potenzialità che le competenze relative alle tecniche di comunicazione, e in particolare a specifiche tecniche di counseling, svolgono nella pratica medica; la carenza di tali competenze viene da molti operatori sanitari riconosciuta come uno dei punti deboli del percorso formativo universitario. Nell’ambito del Corso di Igiene, Sanità Pubblica e Politiche della Salute, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Parma, a partire dall’anno accademico 2012/2013 è stata inserita una Attività Didattica Elettiva (ADE) sulla comunicazione, con l’obiettivo di fornire elementi conoscitivi di base da appplicare nella pratica professionale e valutarne bisogni e gradimento. METODI: L’ADE è stata offerta a studenti del 3°, 4°, 5°e 6° e ha previsto lezioni partecipate, role playing, esercitazioni pratiche e di tecnica corporea. L’analisi dell’attività formativa è stata effettuata attraverso il rapporto tra abbandoni e richiesta di frequenza; la valutazione anonima dell’esperienza da parte degli studenti. RISULTATI: Hanno partecipato all’ADE 40 studenti all’anno. Nessuno studente ha abbandonato la frequenza. La maggior parte degli studenti ha dichiarato di aver scelto l’ADE per curiosità e aver scoperto l’importanza della comunicazione nella professione medica, e ha espresso il bisogno di una specifica formazione sul tema. CONCLUSIONI: L’esperienza riportata evidenzia l’esigenza di inserire nella formazione di base del medico la comunicazione, con particolare riferimento ai modelli di counseling, strumento fondamentale nello sviluppo di empowerement. Le competenze comunicative rappresentano una componente essenziale della qualità dell’attività sanitaria ed è fondamentale che vengano acquisite a cominciare dai corsi di laurea.

Comunicazione e tecniche di counseling nella formazione del medico: esperienza nel corso di laurea in medicina e chirurgia dell'Università di Parma / Pasquarella, Maria Luisa; Tanzi, Maria Luisa; Ceda, Gian Paolo; Pasquarella, Cesira; Signorelli, Carlo. - (2015), pp. 251-251. ((Intervento presentato al convegno Alimentare la Salute tenutosi a Milano nel 14-17 Ottobre 2015.

Comunicazione e tecniche di counseling nella formazione del medico: esperienza nel corso di laurea in medicina e chirurgia dell'Università di Parma

TANZI, Maria Luisa;CEDA, Gian Paolo;PASQUARELLA, Cesira Isabella Maria;SIGNORELLI, Carlo
2015

Abstract

INTRODUZIONE: La comunicazione riveste oggi un ruolo fondamentale nell’attività degli operatori sanitari, nella prevenzione, diagnosi, terapia e riabilitazione. Ancora scarsa è l’attenzione prestata nei corsi di studio alle potenzialità che le competenze relative alle tecniche di comunicazione, e in particolare a specifiche tecniche di counseling, svolgono nella pratica medica; la carenza di tali competenze viene da molti operatori sanitari riconosciuta come uno dei punti deboli del percorso formativo universitario. Nell’ambito del Corso di Igiene, Sanità Pubblica e Politiche della Salute, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Parma, a partire dall’anno accademico 2012/2013 è stata inserita una Attività Didattica Elettiva (ADE) sulla comunicazione, con l’obiettivo di fornire elementi conoscitivi di base da appplicare nella pratica professionale e valutarne bisogni e gradimento. METODI: L’ADE è stata offerta a studenti del 3°, 4°, 5°e 6° e ha previsto lezioni partecipate, role playing, esercitazioni pratiche e di tecnica corporea. L’analisi dell’attività formativa è stata effettuata attraverso il rapporto tra abbandoni e richiesta di frequenza; la valutazione anonima dell’esperienza da parte degli studenti. RISULTATI: Hanno partecipato all’ADE 40 studenti all’anno. Nessuno studente ha abbandonato la frequenza. La maggior parte degli studenti ha dichiarato di aver scelto l’ADE per curiosità e aver scoperto l’importanza della comunicazione nella professione medica, e ha espresso il bisogno di una specifica formazione sul tema. CONCLUSIONI: L’esperienza riportata evidenzia l’esigenza di inserire nella formazione di base del medico la comunicazione, con particolare riferimento ai modelli di counseling, strumento fondamentale nello sviluppo di empowerement. Le competenze comunicative rappresentano una componente essenziale della qualità dell’attività sanitaria ed è fondamentale che vengano acquisite a cominciare dai corsi di laurea.
Comunicazione e tecniche di counseling nella formazione del medico: esperienza nel corso di laurea in medicina e chirurgia dell'Università di Parma / Pasquarella, Maria Luisa; Tanzi, Maria Luisa; Ceda, Gian Paolo; Pasquarella, Cesira; Signorelli, Carlo. - (2015), pp. 251-251. ((Intervento presentato al convegno Alimentare la Salute tenutosi a Milano nel 14-17 Ottobre 2015.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2802103
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact