INTRODUZIONE: L’influenza è una patologia di rilevante impatto sanitario, economico e sociale. Nonostante l’offerta del vaccino ai gruppi a rischio, le coperture in Italia rimangono molto al di sotto dei target stabiliti dal Ministero. I mezzi di informazione di massa sono potenti strumenti per convogliare messaggi di educazione sanitaria rivolti alla popolazione generale. Obiettivo del nostro studio è stato valutare analiticamente l’eco mediatico del “caso Fluad”. METODI: L’analisi è stata effettuata su 365 numeri de “Il Corriere della Sera” (dal 14/05/14), screenati per la presenza di parole chiave e di articoli inerenti il tema della patologia influenzale e della vaccinazione. Per ciascun articolo incluso sono stati analizzati: rilevanza, posizione, numero di parole. Per le parole chiave è stato valutato il trend temporale di frequenza in relazione all’inizio della campagna vaccinale e al caso Fluad. RISULTATI: In 12 mesi le parole legate al concetto di ‘patologia influenzale’ sono apparse 273 volte. Di queste solo il 9% al lancio della campagna vaccinale (ottobre), contro il 30% tra il 28/11 e il 2/12, giorni nei quali si è verificato il caso Fluad. 89 sono stati gli articoli rilevanti pubblicati: il 53% su influenza e vaccinazione, il 17% su vaccinazioni in generale, il 9% su altre vaccinazioni e il 21% su argomenti di sanità pubblica con soli accenni alle vaccinazioni. Dei 47 articoli su influenza e vaccinazione il 45% (n=21) è stato pubblicato tra il 28/11 e il 2/12. Di questi, il 67% è stato pubblicato prima della smentita ufficiale di AIFA e ISS sulla responsabilità vaccinale dei decessi, con 3 articoli in prima pagina e una lunghezza media del 25% maggiore rispetto alla media totale. Nessun articolo è stato pubblicato all’uscita della circolare Ministeriale sulle raccomandazioni per la stagione influenzale. DISCUSSIONE: Proponiamo un modello analitico di monitoraggio dei media quale strumento utile per studiarne l’impatto sui comportamenti della popolazione in tema di salute e prevenzione. L’ISS ha stimato che le coperture della vaccinazione antinfluenzale siano calate drasticamente in seguito al caso Fluad. I risultati preliminari del nostro studio dimostrano come i mezzi di informazione siano stati principali mediatori di quest’associazione.

Informazione: risultati di un'indagine di monitoraggio nella stagione del "caso fluad" / Odone, Anna; Chiesa, Valentina; Ciorba, Veronica; Cella, Paola; Pasquarella, Cesira Isabella Maria; Signorelli, Carlo. - (2015), pp. 74-74. ((Intervento presentato al convegno Alimentare la Salute tenutosi a Milano nel 14-17 Ottobre 2015.

Informazione: risultati di un'indagine di monitoraggio nella stagione del "caso fluad"

ODONE, Anna;CHIESA, VALENTINA;CIORBA, Veronica;CELLA, PAOLA;PASQUARELLA, Cesira Isabella Maria;SIGNORELLI, Carlo
2015-01-01

Abstract

INTRODUZIONE: L’influenza è una patologia di rilevante impatto sanitario, economico e sociale. Nonostante l’offerta del vaccino ai gruppi a rischio, le coperture in Italia rimangono molto al di sotto dei target stabiliti dal Ministero. I mezzi di informazione di massa sono potenti strumenti per convogliare messaggi di educazione sanitaria rivolti alla popolazione generale. Obiettivo del nostro studio è stato valutare analiticamente l’eco mediatico del “caso Fluad”. METODI: L’analisi è stata effettuata su 365 numeri de “Il Corriere della Sera” (dal 14/05/14), screenati per la presenza di parole chiave e di articoli inerenti il tema della patologia influenzale e della vaccinazione. Per ciascun articolo incluso sono stati analizzati: rilevanza, posizione, numero di parole. Per le parole chiave è stato valutato il trend temporale di frequenza in relazione all’inizio della campagna vaccinale e al caso Fluad. RISULTATI: In 12 mesi le parole legate al concetto di ‘patologia influenzale’ sono apparse 273 volte. Di queste solo il 9% al lancio della campagna vaccinale (ottobre), contro il 30% tra il 28/11 e il 2/12, giorni nei quali si è verificato il caso Fluad. 89 sono stati gli articoli rilevanti pubblicati: il 53% su influenza e vaccinazione, il 17% su vaccinazioni in generale, il 9% su altre vaccinazioni e il 21% su argomenti di sanità pubblica con soli accenni alle vaccinazioni. Dei 47 articoli su influenza e vaccinazione il 45% (n=21) è stato pubblicato tra il 28/11 e il 2/12. Di questi, il 67% è stato pubblicato prima della smentita ufficiale di AIFA e ISS sulla responsabilità vaccinale dei decessi, con 3 articoli in prima pagina e una lunghezza media del 25% maggiore rispetto alla media totale. Nessun articolo è stato pubblicato all’uscita della circolare Ministeriale sulle raccomandazioni per la stagione influenzale. DISCUSSIONE: Proponiamo un modello analitico di monitoraggio dei media quale strumento utile per studiarne l’impatto sui comportamenti della popolazione in tema di salute e prevenzione. L’ISS ha stimato che le coperture della vaccinazione antinfluenzale siano calate drasticamente in seguito al caso Fluad. I risultati preliminari del nostro studio dimostrano come i mezzi di informazione siano stati principali mediatori di quest’associazione.
Informazione: risultati di un'indagine di monitoraggio nella stagione del "caso fluad" / Odone, Anna; Chiesa, Valentina; Ciorba, Veronica; Cella, Paola; Pasquarella, Cesira Isabella Maria; Signorelli, Carlo. - (2015), pp. 74-74. ((Intervento presentato al convegno Alimentare la Salute tenutosi a Milano nel 14-17 Ottobre 2015.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2802093
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact