“Legata al luogo in cui sorge in modo inscindibile, come fosse nata da un nodo di ricordi, di frequentazioni interrotte, di passioni profonde per certe materie e certe forme che segnano l’identità di un luogo”, l’architettura di Aurelio Cortesi è una ricerca costante, sensibile e talvolta ironica su di un testo, una “lingua”, che ha narrato per secoli la storia e l’essenza stessa del paesaggio emiliano

Architettura tra Paesaggio e Memoria: architetture di Aurelio Cortesi / Maretto, Marco. - In: AION. - ISSN 1720-1721. - 7:(2004).

Architettura tra Paesaggio e Memoria: architetture di Aurelio Cortesi.

MARETTO, Marco
2004-01-01

Abstract

“Legata al luogo in cui sorge in modo inscindibile, come fosse nata da un nodo di ricordi, di frequentazioni interrotte, di passioni profonde per certe materie e certe forme che segnano l’identità di un luogo”, l’architettura di Aurelio Cortesi è una ricerca costante, sensibile e talvolta ironica su di un testo, una “lingua”, che ha narrato per secoli la storia e l’essenza stessa del paesaggio emiliano
Architettura tra Paesaggio e Memoria: architetture di Aurelio Cortesi / Maretto, Marco. - In: AION. - ISSN 1720-1721. - 7:(2004).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
AION.7.jpg

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Creative commons
Dimensione 66.63 kB
Formato JPEG
66.63 kB JPEG   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2529471
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact