Recensione a C. Carini, Dottrine e istituzioni della rappresentanza (XVII-XX)