«Perché tu non cada nei suoi lacci»: in margine ad una metafora di Sir. 9,3