Giovanni Guareschi, uomo della Bassa, il «Candido» e i cattolici italiani