Leopardi e Machiavelli: figure del disinganno tra politica e morale