La Corte costituzionale individua un criterio sostanziale di distinzione fra "norme generali" e "principi fondamentali" in materia di istruzione