La pubblicazione della raccolta ciceroniana Ad familiares nei Classici Latini UTET ha offerto l’occasione di ripensare all’ideazione del Brutus. Esaminando le frequentazioni ciceroniane dei primi mesi del 46 e seguendo, in particolare, i rapporti con Varrone, la ricerca ha messo in evidenza elementi che inducono a riprendere e a sviluppare il tema del rapporto tra cultura e politica e a riflettere ulteriormente sulla valenza politica del Brutus, in discontinuità con l’interpretazione che vede nell’opera una Grabrede dell’eloquenza. L’insistenza sulla ‘salvezza’ nel proemio del dialogo, l’elogio dell’eloquenza e la valorizzazione della sezione dedicata alla formazione di Cicerone, la cui centralità all’interno dell’opera è stata in passato sottovalutata, propongono una rinnovata immagine dell’oratore come uomo non di parte e sembrano suggerire una lettura del Brutus come auspicata occasione del ‘ritorno’ sulla scena politica.

Osservazioni sulla valenza politica del Brutus nate in margine alla recente edizione ciceroniana delle Epistole nei Classici latini UTET / Allegri, Giuseppina. - In: PAIDEIA. - ISSN 0030-9435. - LXIV:(2009), pp. 715-730.

Osservazioni sulla valenza politica del Brutus nate in margine alla recente edizione ciceroniana delle Epistole nei Classici latini UTET

ALLEGRI, Giuseppina
2009-01-01

Abstract

La pubblicazione della raccolta ciceroniana Ad familiares nei Classici Latini UTET ha offerto l’occasione di ripensare all’ideazione del Brutus. Esaminando le frequentazioni ciceroniane dei primi mesi del 46 e seguendo, in particolare, i rapporti con Varrone, la ricerca ha messo in evidenza elementi che inducono a riprendere e a sviluppare il tema del rapporto tra cultura e politica e a riflettere ulteriormente sulla valenza politica del Brutus, in discontinuità con l’interpretazione che vede nell’opera una Grabrede dell’eloquenza. L’insistenza sulla ‘salvezza’ nel proemio del dialogo, l’elogio dell’eloquenza e la valorizzazione della sezione dedicata alla formazione di Cicerone, la cui centralità all’interno dell’opera è stata in passato sottovalutata, propongono una rinnovata immagine dell’oratore come uomo non di parte e sembrano suggerire una lettura del Brutus come auspicata occasione del ‘ritorno’ sulla scena politica.
Osservazioni sulla valenza politica del Brutus nate in margine alla recente edizione ciceroniana delle Epistole nei Classici latini UTET / Allegri, Giuseppina. - In: PAIDEIA. - ISSN 0030-9435. - LXIV:(2009), pp. 715-730.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Osservazioni sulla valenza politica del Brutus nate in margine alla recente edizione ciceroniana delle Epistole nei Classici Latini UTET.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Creative commons
Dimensione 223.29 kB
Formato Adobe PDF
223.29 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2288641
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact