Infezione materna citomegalica primaria in gravidanza: esito nella prole