“Libertas” e “origines” di Ancona: antiquaria e ideologia nel Quattrocento marchigiano