La "promessa condizionata ad una prestazione": individuazione e ammissibilità della figura