Incompatibilità tra stato di detenzione e patologia psichiatrica