Trasporto degli equidi, cosa è cambiato con il Reg. 1/2005/Ce (parte I)