Sulla attendibilità dei metodi computerizzati di auralizzazione nello studio acustico di un palazzetto dello sport