A proposito del Macrino della Pinacoteca Capitolina