Due noterelle folenghiane. A proposito di “...surdas faciet pansuttus orecchias” (Baldus XV,108) e di “muffa rumatica” (ib, XV, 355)