Considerazioni anestesiologiche nel gatto politraumatizzato (parte seconda)