Nel pieno della crisi delle istituzioni politiche e degli antichi valori etici espressi dal mos maiorum che afflisse Roma nell’ultimo secolo della res publica, Cicerone cercò di attuare attraverso i suoi scritti una vera e propria forma di educazione etico-politica, di paideia, rivolta alle presenti e future generazioni, in particolare ai giovani nei quali egli vedeva l’auspicata classe dirigente del domani. La paideia politica ciceroniana si fondava sull’elaborazione di un linguaggio etico e politico a connotazione universalistica, con l’obiettivo di formare una nuova classe politica che si sarebbe sempre più dovuta confrontare con lo spazio geopolitico “globale” aperto dall’imperialismo romano. In un tale contesto viene elaborato da Cicerone il concetto politico di societas hominum, di società degli esseri umani. Lo studio che qui presentiamo ha l’obiettivo di contestualizzare sul piano storico e filosofico-politico tale concetto, approfondendone le funzioni, gli aspetti ideali nonché ideologici di cui si connota all’interno della riflessione politica di Cicerone.

Cicerone e la societas hominum. Contesto e funzioni di un concetto politico, presentazioni di Ermanno Malaspina e Giovanni Giorgini / Pagnotta, Fausto. - STAMPA. - 7:(2022), pp. 1-252.

Cicerone e la societas hominum. Contesto e funzioni di un concetto politico, presentazioni di Ermanno Malaspina e Giovanni Giorgini

Fausto Pagnotta
2022

Abstract

Nel pieno della crisi delle istituzioni politiche e degli antichi valori etici espressi dal mos maiorum che afflisse Roma nell’ultimo secolo della res publica, Cicerone cercò di attuare attraverso i suoi scritti una vera e propria forma di educazione etico-politica, di paideia, rivolta alle presenti e future generazioni, in particolare ai giovani nei quali egli vedeva l’auspicata classe dirigente del domani. La paideia politica ciceroniana si fondava sull’elaborazione di un linguaggio etico e politico a connotazione universalistica, con l’obiettivo di formare una nuova classe politica che si sarebbe sempre più dovuta confrontare con lo spazio geopolitico “globale” aperto dall’imperialismo romano. In un tale contesto viene elaborato da Cicerone il concetto politico di societas hominum, di società degli esseri umani. Lo studio che qui presentiamo ha l’obiettivo di contestualizzare sul piano storico e filosofico-politico tale concetto, approfondendone le funzioni, gli aspetti ideali nonché ideologici di cui si connota all’interno della riflessione politica di Cicerone.
9788857587974
Cicerone e la societas hominum. Contesto e funzioni di un concetto politico, presentazioni di Ermanno Malaspina e Giovanni Giorgini / Pagnotta, Fausto. - STAMPA. - 7:(2022), pp. 1-252.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2927451
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact