Vittoriano Viganò. P come paesaggio