Il ‘Macrolotto 0’ come zona di transizione: diversità culturale e spazio pubblico