"Chissà che cosa insiste nel circuito". Per Elio Pagliarani