Dei sepolcri, vv. 213-295