Che la mente ed il corpo siano in grado di influenzarsi reciprocamente non è certo una recente acquisizione. Già̀ Ippocrate di Cos (IV secolo a. D.), sicuramente il “precursore” della moderna concezione di salute, sottolineò più̀ volte la necessità di un approccio multidimensionale e di un intervento integrato, su un organismo unitario l’uomo. Sostenne, tra l’altro, l’integrazione tra mente e corpo e l’importanza di una valutazione approfondita e globale del caso. Già nella sua epoca sottolineava la primaria importanza di una visione integrata delle diverse funzioni dell’organismo umano, per chi poi si appresta a curarle e ad averne “cura”, affermando: «il più̀ grande errore dei nostri tempi è separare la psiche dal soma». Frase attuale ancor oggi. Gli esseri umani, in quanto organismi biologici, sono soggetti a tutte quelle influenze genetiche caratteristiche del mondo animale e dei mammiferi in particolare (istinti, bisogni, ecc.), ma anche, primi tra tutti i mammiferi, sono anche il prodotto di un ambiente familiare e sociale che tende a modellarli ed a influenzarli sin dalla nascita e, per alcuni fattori, ancor prima, come testimoniano anche le recenti scoperte della epigenetica. Fattori biologici, psicologici e sociali si trovano quindi ad essere, nell’uomo, sempre ad un elevato livello di interazione reciproca, per cui è ovvio che entrambe le componenti, quella geneticamente ereditata e quella acquisita, recitino un ruolo determinante per quanto riguarda il comportamento a livello fenotipico fino ad influenzare massicciamente le abitudini e lo stile di vita delle persone. Pertanto, l’utilizzo di un modello integrato che tenga in considerazione la stretta connessione tra le varie componenti in grado di influenzare il comportamento umano, si rende sempre più̀ necessario vista l’attualità̀ dei disturbi psicosomatici o psicofisiologici e di quelli fisici stress correlati, nonché́ delle innegabili influenze psicologiche, sociali e ambientali su gran parte delle malattie di interesse strettamente medico. Questo tipo di alterazioni, disturbi o malattie conclamate, anche gravi, soprattutto nei paesi industrializzati, sono in costante aumento sia a livello di percentuale della popolazione colpita (incidenza) che come varietà̀ di patologie (Pruneti, 2003). Questa collana editoriale si propone di approfondire le conoscenze scientifiche a livello teorico e le varie applicazioni pratiche di questo tipo di approccio, a ragione definito “multidimensionale“, nei vari ambiti della salute in generale, dal momento della prevenzione, che comprende anche l’informazione corretta, la divulgazione e la formazione dei vari operatori, a quello terapeutico, medico in primis, quindi psicologico, così come quello a livello riabilitativo e educativo-rieducativo nelle varie fasce d’età̀ della popolazione. Carlo Pruneti https://www.editrice-esculapio.com/psicologia-medicina-comportamentale-e-scienze-delluomo/

Psicologia, medicina comportamentale e scienze dell'uomo / Pruneti, Carlo. - STAMPA. - 1(2019).

Psicologia, medicina comportamentale e scienze dell'uomo

Carlo Pruneti
2019

Abstract

Che la mente ed il corpo siano in grado di influenzarsi reciprocamente non è certo una recente acquisizione. Già̀ Ippocrate di Cos (IV secolo a. D.), sicuramente il “precursore” della moderna concezione di salute, sottolineò più̀ volte la necessità di un approccio multidimensionale e di un intervento integrato, su un organismo unitario l’uomo. Sostenne, tra l’altro, l’integrazione tra mente e corpo e l’importanza di una valutazione approfondita e globale del caso. Già nella sua epoca sottolineava la primaria importanza di una visione integrata delle diverse funzioni dell’organismo umano, per chi poi si appresta a curarle e ad averne “cura”, affermando: «il più̀ grande errore dei nostri tempi è separare la psiche dal soma». Frase attuale ancor oggi. Gli esseri umani, in quanto organismi biologici, sono soggetti a tutte quelle influenze genetiche caratteristiche del mondo animale e dei mammiferi in particolare (istinti, bisogni, ecc.), ma anche, primi tra tutti i mammiferi, sono anche il prodotto di un ambiente familiare e sociale che tende a modellarli ed a influenzarli sin dalla nascita e, per alcuni fattori, ancor prima, come testimoniano anche le recenti scoperte della epigenetica. Fattori biologici, psicologici e sociali si trovano quindi ad essere, nell’uomo, sempre ad un elevato livello di interazione reciproca, per cui è ovvio che entrambe le componenti, quella geneticamente ereditata e quella acquisita, recitino un ruolo determinante per quanto riguarda il comportamento a livello fenotipico fino ad influenzare massicciamente le abitudini e lo stile di vita delle persone. Pertanto, l’utilizzo di un modello integrato che tenga in considerazione la stretta connessione tra le varie componenti in grado di influenzare il comportamento umano, si rende sempre più̀ necessario vista l’attualità̀ dei disturbi psicosomatici o psicofisiologici e di quelli fisici stress correlati, nonché́ delle innegabili influenze psicologiche, sociali e ambientali su gran parte delle malattie di interesse strettamente medico. Questo tipo di alterazioni, disturbi o malattie conclamate, anche gravi, soprattutto nei paesi industrializzati, sono in costante aumento sia a livello di percentuale della popolazione colpita (incidenza) che come varietà̀ di patologie (Pruneti, 2003). Questa collana editoriale si propone di approfondire le conoscenze scientifiche a livello teorico e le varie applicazioni pratiche di questo tipo di approccio, a ragione definito “multidimensionale“, nei vari ambiti della salute in generale, dal momento della prevenzione, che comprende anche l’informazione corretta, la divulgazione e la formazione dei vari operatori, a quello terapeutico, medico in primis, quindi psicologico, così come quello a livello riabilitativo e educativo-rieducativo nelle varie fasce d’età̀ della popolazione. Carlo Pruneti https://www.editrice-esculapio.com/psicologia-medicina-comportamentale-e-scienze-delluomo/
Psicologia, medicina comportamentale e scienze dell'uomo / Pruneti, Carlo. - STAMPA. - 1(2019).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11381/2869417
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact