La Soelia S.p.a., multiutility a capitale interamente pubblico, partecipata al 100% dal Comune di Argenta, ha acquistato nel 2010 il fabbricato ex- Tecnoform situato nella zona industriale Nord di Argenta al fine di destinarlo a polo giovanile, a seguito di opere di adeguamento impiantistico e di efficientamento energetico. Il Polo giovanile nasce come spazio polifunzionale, aperto non a una sola associazione, ma a più esperienze, nell’ottica della cooperazione tra le diverse associazioni locali. Il progetto per la riqualificazione del fabbricato nasce con i lavori del tavolo di co-progettazione tra la giunta comunale, le associazioni giovanili locali, tra cui il circolo di musica e la Facoltà di Architettura di Ferrara, con il coordinamento scientifico del Centro Ricerche Architettura>Energia del medesimo ente. Il percorso preliminare, svoltosi durante il Workshop “Architettura>Energia>Ambiente. Idee sostenibili per un contenitore di giovani, progettato da giovani”, ha fornito una risposta architettonica alle istanze progettuali di miglioramento della permeabilità urbana dell’area di pertinenza del fabbricato, di integrazione spazio-funzionale delle attività ricreative e dei circoli giovanili, di implementazione delle prestazioni energetiche e ambientali del sistema edificio-impianto, che hanno avuto inoltre un riscontro architettonico-formale attraverso lo studio di una nuova “pelle” esterna, e, non secondariamente, di risparmio economico nelle fasi d’uso e gestionali da parte dell’ente promotore.

Studio progettuale per la riqualificazione funzionale ed energetico-ambientale del fabbricato ex-Tecnoform ad Argenta (workshop Architettura>Energia>Ambiente. Idee sostenibili per un contenitore di giovani, progettato da giovani, 2010) / Davoli, P.; Rinaldi, A.; Belpoliti, V.; Boarin, P.; Calzolari, M.; Modugno, V.; Radi, V.. - (2010).

Studio progettuale per la riqualificazione funzionale ed energetico-ambientale del fabbricato ex-Tecnoform ad Argenta (workshop Architettura>Energia>Ambiente. Idee sostenibili per un contenitore di giovani, progettato da giovani, 2010)

Calzolari M.;
2010

Abstract

La Soelia S.p.a., multiutility a capitale interamente pubblico, partecipata al 100% dal Comune di Argenta, ha acquistato nel 2010 il fabbricato ex- Tecnoform situato nella zona industriale Nord di Argenta al fine di destinarlo a polo giovanile, a seguito di opere di adeguamento impiantistico e di efficientamento energetico. Il Polo giovanile nasce come spazio polifunzionale, aperto non a una sola associazione, ma a più esperienze, nell’ottica della cooperazione tra le diverse associazioni locali. Il progetto per la riqualificazione del fabbricato nasce con i lavori del tavolo di co-progettazione tra la giunta comunale, le associazioni giovanili locali, tra cui il circolo di musica e la Facoltà di Architettura di Ferrara, con il coordinamento scientifico del Centro Ricerche Architettura>Energia del medesimo ente. Il percorso preliminare, svoltosi durante il Workshop “Architettura>Energia>Ambiente. Idee sostenibili per un contenitore di giovani, progettato da giovani”, ha fornito una risposta architettonica alle istanze progettuali di miglioramento della permeabilità urbana dell’area di pertinenza del fabbricato, di integrazione spazio-funzionale delle attività ricreative e dei circoli giovanili, di implementazione delle prestazioni energetiche e ambientali del sistema edificio-impianto, che hanno avuto inoltre un riscontro architettonico-formale attraverso lo studio di una nuova “pelle” esterna, e, non secondariamente, di risparmio economico nelle fasi d’uso e gestionali da parte dell’ente promotore.
Studio progettuale per la riqualificazione funzionale ed energetico-ambientale del fabbricato ex-Tecnoform ad Argenta (workshop Architettura>Energia>Ambiente. Idee sostenibili per un contenitore di giovani, progettato da giovani, 2010) / Davoli, P.; Rinaldi, A.; Belpoliti, V.; Boarin, P.; Calzolari, M.; Modugno, V.; Radi, V.. - (2010).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2863796
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact