La resilienza è una condizione trasversale a diversi ambiti e scale del progetto, che esprime la capacità di un sistema – territoriale, urbano o edilizio – di assorbire i cambiamenti, reagendo e adattandosi proattivamente al mutamento. L’attualità di questo concetto rimanda alla constatazione socialmente condivisa di un’acuta e crescente fragilità delle condizioni di funzionamento dei sistemi antropici ed ecosistemici. Le rinnovate sfide sia ambientali – cambiamenti climatici, rischio idrogeologico, transizione energetica – sia sociali ed economiche – crescita della popolazione, urbanesimo e migrazione, accessibilità e inclusione sociale – pongono al centro l’innovazione tecnologica di processo e di prodotto a tutte le scale del progetto. Il volume raccoglie gli esiti della riflessione e del lavoro collettivo sul “progettare resiliente” che la Società Italiana di Tecnologia dell’Architettura SITdA ha proposto ai propri soci, e in particolare ai giovani “under 40”, per attivare un confronto e rafforzare la rete delle possibili sinergie con l’obbiettivo di delineare scenari di cambiamento utili a orientare il futuro della ricerca. In particolare, il contributo in oggetto mira ad indagare i possibili strumenti operativi per l’adattamento resiliente del costruito durante tutto il ciclo di vita, e oltre.

Oltre il controllo del ciclo di vita dell'edificio. Dal prodotto all'organismo edilizio / Calzolari, Marta; Dalla Valle, Anna; Frighi, Valentina; Claudia Musarella, Caterina. - STAMPA. - 992(2018), pp. 186-199.

Oltre il controllo del ciclo di vita dell'edificio. Dal prodotto all'organismo edilizio

Marta Calzolari;
2018

Abstract

La resilienza è una condizione trasversale a diversi ambiti e scale del progetto, che esprime la capacità di un sistema – territoriale, urbano o edilizio – di assorbire i cambiamenti, reagendo e adattandosi proattivamente al mutamento. L’attualità di questo concetto rimanda alla constatazione socialmente condivisa di un’acuta e crescente fragilità delle condizioni di funzionamento dei sistemi antropici ed ecosistemici. Le rinnovate sfide sia ambientali – cambiamenti climatici, rischio idrogeologico, transizione energetica – sia sociali ed economiche – crescita della popolazione, urbanesimo e migrazione, accessibilità e inclusione sociale – pongono al centro l’innovazione tecnologica di processo e di prodotto a tutte le scale del progetto. Il volume raccoglie gli esiti della riflessione e del lavoro collettivo sul “progettare resiliente” che la Società Italiana di Tecnologia dell’Architettura SITdA ha proposto ai propri soci, e in particolare ai giovani “under 40”, per attivare un confronto e rafforzare la rete delle possibili sinergie con l’obbiettivo di delineare scenari di cambiamento utili a orientare il futuro della ricerca. In particolare, il contributo in oggetto mira ad indagare i possibili strumenti operativi per l’adattamento resiliente del costruito durante tutto il ciclo di vita, e oltre.
978-88-916-2853-4
Oltre il controllo del ciclo di vita dell'edificio. Dal prodotto all'organismo edilizio / Calzolari, Marta; Dalla Valle, Anna; Frighi, Valentina; Claudia Musarella, Caterina. - STAMPA. - 992(2018), pp. 186-199.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2863793
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact