La formazione pre-servizio e l'aggiornamento in servizio dei docenti ha sempre interessato il campo della valutazione scolastica. Sulla base dell’esperienza maturata con molti gruppi di docenti, che hanno utilizzato un servizio costituito da alcuni dispositivi informatizzati, abbiamo raccolto diversi tipi di bisogni formativi: alcuni noti, altri indotti dai dispositivi di valutazione promossi dal SNV. I primi riguardano i bisogni connessi alle competenze docimologiche, necessarie per distinguere funzioni della valutazione, destinatari, oggetti della valutazione, strumenti, metodi di raccolta, analisi e interpretazione dei dati. I secondi, gli idola mentis (nei processi valutativi), che sono le distorsioni, le affezioni stereotipiche che spesso si trasformano in "patologie" professionali. Gli ultimi rimandano agli effetti perversi dei dispositivi introdotti dal SNV tra i quali: la pulsione al teaching to the test e l’uso a tratti eccessivo delle “prove comuni”.

Dispositivi valutativi, bisogni formativi, effetti perversi. Ipotesi di ricerca e intervento / Benvenuto, Guido; Giacomantonio, Andrea. - STAMPA. - (2017), pp. 599-610.

Dispositivi valutativi, bisogni formativi, effetti perversi. Ipotesi di ricerca e intervento

Giacomantonio Andrea
2017

Abstract

La formazione pre-servizio e l'aggiornamento in servizio dei docenti ha sempre interessato il campo della valutazione scolastica. Sulla base dell’esperienza maturata con molti gruppi di docenti, che hanno utilizzato un servizio costituito da alcuni dispositivi informatizzati, abbiamo raccolto diversi tipi di bisogni formativi: alcuni noti, altri indotti dai dispositivi di valutazione promossi dal SNV. I primi riguardano i bisogni connessi alle competenze docimologiche, necessarie per distinguere funzioni della valutazione, destinatari, oggetti della valutazione, strumenti, metodi di raccolta, analisi e interpretazione dei dati. I secondi, gli idola mentis (nei processi valutativi), che sono le distorsioni, le affezioni stereotipiche che spesso si trasformano in "patologie" professionali. Gli ultimi rimandano agli effetti perversi dei dispositivi introdotti dal SNV tra i quali: la pulsione al teaching to the test e l’uso a tratti eccessivo delle “prove comuni”.
978-88-6760-470-8
978-88-6760-471-5
Dispositivi valutativi, bisogni formativi, effetti perversi. Ipotesi di ricerca e intervento / Benvenuto, Guido; Giacomantonio, Andrea. - STAMPA. - (2017), pp. 599-610.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11381/2839083
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact